Distretto Mobile Imbottito Matera e Montescaglioso  
HOME > DISTRETTO > Comitato Distretto
  CONTATTI  •  AREA CLIENTI Sito Italiano
   
Comitato Distretto
      HOME  
 
Il Regolamento del Comitato di Distretto
Art. 1 - FinalitÓ
Il Comitato di Distretto contribuisce a creare un contesto favorevole allo sviluppo economico sociale e culturale della comunità dei residenti nel Distretto del Mobile Imbottito di Matera, così come previsto dalla Legge regionale n. 1 del 23.01.2001, Riconoscimento ed Istituzione dei Distretti Industriali e dei Sistemi Produttivi Locali.
Art. 2 - Funzioni
Il Comitato di Distretto:
  1. redige i programmi di sviluppo del distretto e ne segue l’attuazione;
  2. promuove l’utilizzo delle risorse che la Regione e gli Enti locali assegnano ai programmi di sviluppo del distretto;
  3. propone al Consiglio Regionale l’adozione di norme e regolamenti per favorire lo sviluppo dei distretti.
Art. 3 - Pubbliche Relazioni
Il Comitato di Distretto adotta un segno grafico (logo) che rappresenta l’identità del distretto e si organizza per informare periodicamente la comunità locale e gli operatori del distretto sui programmi adottati e sull’attività svolta.

Una volta l’anno il Comitato di Distretto convoca ufficialmente i rappresentanti dei Comuni del distretto, della Camera di Commercio, Industria, Artigianato, Agricoltura, delle associazioni imprenditoriali e delle organizzazioni sindacali, nonché delle altre realtà economico-associative locali, al fine di assicurare la più ampia partecipazione nella definizione dei programmi di sviluppo.
Art. 4 - Riunioni
  1. Il Comitato si riunisce almeno una volta ogni tre mesi.
  2. Il Comitato di Distretto è convocato dal Presidente, che fissa gli argomenti all’ordine del giorno; ogni componente può richiedere l’iscrizione di un punto all’ordine del giorno, che sarà presentato alla discussione, nella prima seduta utile.
  3. La convocazione è obbligatoria su richiesta di almeno cinque componenti.
  4. La convocazione viene fatta a mezzo fax o per e-mail accettate, da inviare almeno sette giorni prima delle riunione.
  5. Le sedute del Comitato di Distretto possono essere aperte.
Art. 5 - Funzionamento
  1. Per la validità della seduta del Comitato di Distretto è necessaria la presenza della maggioranza assoluta dei componenti; in seconda convocazione la seduta è valida con la presenza di almeno la metà dei componenti.
  2. Il Comitato delibera a maggioranza dei presenti. In caso di parità, prevale il voto del Presidente.
  3. Se un componente del Comitato non partecipa consecutivamente a più di tre sedute, senza motivata giustificazione, il Comitato può proporre al Presidente della Regione Basilicata di dichiararlo decaduto dall’incarico.
  4. Per i rappresentanti degli Enti Locali, quali Comune e Provincia, è ammessa la delega a favore esclusivamente di componenti la propria Giunta.
  5. Il Comitato uscente resta in carica, con pieni poteri, fino all’insediamento del nuovo Comitato.
  6. I componenti eventualmente nominati nel corso del triennio di durata del Comitato cessano dalla carica con l’insediamento del nuovo Comitato.
  7. Il Comitato, per garantire la migliore funzionalità delle proprie modalità operative, può modificare il presente Regolamento.
Art. 6 - Presidenza
  1. Il Comitato di Distretto, contestualmente al suo insediamento secondo le procedure stabilite dalla Regione Basilicata, elegge al proprio interno, con voto a maggioranza, il Presidente che dura in carica tre anni.
  2. Il Presidente coordina i lavori del Comitato, convoca le riunioni e controlla l’esecuzione delle deliberazioni, come previsto nel presente Regolamento.
  3. Il Presidente propone al Comitato l’attribuzione di eventuali deleghe ai singoli componenti.
  4. In caso di assenza o impedimento, il Presidente è sostituito dal componente del Comitato più anziano.
Art. 7 - Segreteria
Il Comitato si dota di una segreteria tecnica ed amministrativa. Il Segretario del Comitato è nominato dal Presidente e può essere scelto anche al di fuori dai componenti il Comitato.
Art. 8 - Verbalizzazione delle sedute
  1. I processi verbali delle riunioni del Comitato sono redatti dal segretario e debbono contenere i punti principali della discussione e gli esiti delle votazioni.
  2. I membri del Comitato, su richiesta, hanno diritto che, nel verbale, siano riportate le proprie dichiarazioni di voto.
  3. I verbali sono sottoscritti dal Presidente del Comitato e dal Segretario e approvati dal Comitato nella riunione successiva.
Art. 9 - Compensi
Ai componenti il Comitato di Distretto, per l’espletamento delle funzioni, non spetta alcun compenso. Il Comitato decide gli eventuali compensi per le funzioni di segreteria.
Art. 10 - Risorse
Per l’espletamento delle attività il Comitato può avvalersi di contributi erogati da Regione, CCIAA, Istituzioni ed Enti pubblici, fondazioni bancarie, associazioni, imprese ed organizzazioni non aventi finalità di lucro.
Appendice
Il Comitato del Distretto Industriale di Matera (Prodotti per l’arredamento - Salotti/Mobile imbottito), così come individuato dalla D.G.R. n. 2429 del 19 novembre 2001, ha la seguente composizione:

- Nove rappresentanti del mondo imprenditoriale

- Tre rappresentanti designati unitariamente dalle organizzazioni sindacali dei lavoratori

- Un rappresentante dei Comuni di Montescaglioso e Matera

- Un rappresentante della Provincia di Matera

- Un rappresentante della C.C.I.A.A. di Matera

Modificato all’art. 5 co.4) con la seduta di Comitato del 26/06/2003
   
DISTRETTO
»  Profilo Organizzazione
»  Organi
»  Comitato Distretto
»  Codice etico
»  Strategie di sviluppo
AZIENDE
MATERA
NEWS
CONTATTI
AREA CLIENTI
 
Newsletter Newsletter
Invia questa pagina Invia questa pagina
Cerca Cerca
 
 
         
Distretto Mobile Imbottito Matera e Montescaglioso    Contatti    Privacy  
  Credits: basilicatanet.com